L'Antro di Ulisse Vol. XXII


Intervista con i White Skull

Recensioni: White Skull

"Will of the Strong"


Intervista con i Thomas Hand Chaste

Recensioni: Where The Sun Comes Down

"Welcome"

Recensioni: Pandora

"Ten Years Like in a Magic Dream"

Recensioni: Black Star Riders

"Heavy Fire"

Recensioni: Kreator

"Gods Of Violence"

Recensioni: Danko Jones

“Wild Cat”


Intervista con i Saxon

Recensioni: Paolo Siani ft Nuova Idea

"Faces With No Traces"

Recensioni: Ted Poley

"Beyond The Fade"

 

 

 

 

 

Recensione: Chasing Violets "Jade Hearts"

Chasing Violets "Jade Hearts"

(AOR Records)

Per Chi Ascolta: AOR di terza fascia

Secondo album per le sorelle francesi Sarah e Melissa Fontaine, dopo l'esordio "Outside Heaven" pubblicato lo scorso anno, e stuolo di noti musicisti nella guest-list che include, fra gli altri, Tommy Denander (Radioactive, etc), Paul Sabu (Kidd Glove), Goran Edman (Yngwie Malmsteen, etc), Mikael Erlandsson (Last Autumn's Dream), Bob Harris (Axe), Christian Tolle (AOR, Bangalore Choir), Eric Ragno e membri di Alien, Hardline e Lionville, il tutto dovuto senz'altro alla presenza in sede di songwriting e produzione di Fredric Slama. Con tale mentore, non ci si può sbagliare ed infatti ci troviamo catapultati in dodici brani di AOR/Melodic Rock ben suonati ed arrangiati, con buonissimi interventi vocali degli ospiti maschili, alcuni ritornelli piacevoli e ritmi spesso sostenuti, ma vi sono diversi aspetti che non convincono. Fra quelli che, data la funzione, dipendono da Slama vi è la produzione non propriamente pulita e ben amalgamata; quello che non dipende da Slama sono le voci delle due sorelle, intonate quanto mediocri e visto che molto dovrebbe ruotare intorno a loro, non mi pare un buon biglietto da visita. A questo punto diventa piuttosto superfluo farvi leggere un'analisi track-by-track dell'album che ha qualche spunto di buon intrattenimento. Sarebbe interessante ascoltare queste canzoni con un produttore più accorto ed un cantante di maggiore spessore: fans di Toto, Heart, Tina Turner e Anastacia (ascoltate "A Shot In The Dark") leggeranno recensioni spettacolari o saranno attratti dai bei volti delle Fontaine, ma dopo l'ascolto resteranno piuttosto delusi. Peccato per i nomi coinvolti, ma si sa, pecunia non olet!


 

Massima Allerta: la copertina del cd

Pelo Nell'Uovo: produzione deludente per un nome come Slama, voci piatte e mediocri