L'Antro di Ulisse Vol. XXII


Intervista con i White Skull

Recensioni: White Skull

"Will of the Strong"


Intervista con i Thomas Hand Chaste

Recensioni: Where The Sun Comes Down

"Welcome"

Recensioni: Pandora

"Ten Years Like in a Magic Dream"

Recensioni: Black Star Riders

"Heavy Fire"

Recensioni: Kreator

"Gods Of Violence"

Recensioni: Danko Jones

“Wild Cat”


Intervista con i Saxon

Recensioni: Paolo Siani ft Nuova Idea

"Faces With No Traces"

Recensioni: Ted Poley

"Beyond The Fade"

 

 

 

 

 

Intervista: Ennio Nicolini

Interivista a Ennio Nicolini

 

di

1.Inanzitutto complimenti per lo show  all'Acciaio dei nuovi Unreal Terror,dove ai vecchiacci

   Terribili,si è aggiunto tuo figlio..buon sangue non mente…parlami di questa rinascita …

Tutto e' iniziato a gennaio 2011, quando parlando su Skype con Luciano Palermi ( vive a Los Angeles dal 1990 ) mi propose di organizzare, per divertirci, un concerto Reunion degli Unreal Terror ( sciolti definitivamente nel 1989) in occasione di un suo rientro in Italia per le festività Natalizie. All'epoca mio figlio Iader aveva poco più di 16 anni e frequentava da un anno e mezzo,una scuola di chitarra moderna e con Silvio Canzano "Spaccalegna" lo portavamo nella sala prove dei The Black e lo facevamo rodare a suonare in un gruppo, una sorta di dopo scuola. Praticamente senza volerlo eravamo gia' pronti e la richiesta di Luciano ci ha entusiasmato tanto che arruolato un altro chitarrista, Tony Passalacqua, organizzammo l'evento il 27 dicembre 2011 al Blakest di Pescara. Un successo ! Era presente anche Arturo Iustini che ci invito' per il settembre del 2012 all'Heavy Metal Night di Martinsicuro ( Te). Anche li grande accoglienza.Questi fatti hanno messo in moto di nuovo la macchina U.T e poi l'incontro con Antinio Keller della Jolly Roger è stato un altro momento importantissimo,in quanto ha portato alla ristampa di "Hard Incursion" + 4 bonus tracks e alla conseguente partecipazione i l 24 maggio 2014 all'Acciaio Italiano festival,dove ad affiancare Iader D.Nicolini c'era alla chitarra Paolo Ponzi(Arkana Code).Dividere il palco con mio figlio è un'immensa soddisfazione e un emozione che davvero non riesco a descrivere tanto grande è la sua bellezza.Iader ha la freschezza e l'energia esecutiva delle nuove generazioni(19 anni ad Agosto) oltre che un indubbio talento(garantisco…..ndr).Soprattutto essere sul palco oggi,ancora con gli Unreal Terror è una sensazione incomparabile per tutti noi ed infatti abbiamo ricominciato a provare con una certa regalità e con rinnovato entusiasmo anche se Luciano era negli U.S.A 

.

2.Spero proprio che tutto questo porti alla creazione di nuovo materiale targato U.T.

Certamente questo e' l'obiettivo che ci siamo posti. Ci sono in cantiere tantissime nuove idee e spero che il 2015 sia  davvero l'anno giusto per un nuovo lavoro targato Unreal Terror.

 

3.Gli ultimi 4 brani della ristampa di "Hard Incursion",sono nettamente superiori al resto del

   Materiale….cosa vi ha impedito allora di continuare??

I 4 brani delle bonus Tracks stavano all'epoca tracciando la maturità compositiva degli U.T. Furono mandati in ascolto alla Metal Master di Lombardoni che all'epoca stava promuovendo il metal italiano, ma il tempo dell'attesa  fù talmente lungo che Luciano Palermi e Giuseppe Continenza partirono per Los Angeles e tutto sfumo'. Luciano e' rimasto negli U.S.A., mentre G.C. dopo essersi laureato al Musician Institute tornò in Italia per continuare la sua carriera cosa questa che lo  ha portato oggi ad essere insegnante di chitarra moderna al Conservatorio di Musica di Pescara.

 

4.Se devo essere sincero…vederti in azione prima con gli Unreal Terror e poi con The Black, mi ha dato l'impressione che con questi ultimi tu sia sprecato..quindi parlami del tuo essere

musicista all'interno dei vari progetti che hai creato o contribuito a sviluppare…

Innanzi tutto sono legato a Mario "The Black"Di Donato da una vita ! Suono con lui dal 1973 a parte qualche interruzione (Requiem e 1.mo Unreal Terror) . Poi sono un musicista. Il bello di questa storia e che comunque riesco ad esprimermi in altri progetti dove posso trovare quella linfa di cui in quel momento ho bisogno.Sono oggi in una fase dove sento la necessita' di sperimentare me stesso su tutti i fronti musicali che sento in qualche modo,imprescindibili al mio essere musicista e compositore.

 

 

5.Che fine hanno fatto gli Akron?

Akron è stato il mio   progetto più importante,anche perché è stato il mio esordio discografico come autore e compositore. Voglio ricordare tra i miei compagni di viaggio la batterista Lea Palmieri, la corista Gabriella Saia , i tastieristi Alice di Francescantonio e poi Fabio Barraco  senza dimenticare il  grandissimo vocalist Eugenio Mucci meraviglioso artista,straordinario cantante e uomo di grande cultura . Fù un'esperienza meravigliosa della mia vita che purtroppo durò veramente poco per svariate ragioni che portarono ognuno di noi per la propria strada. Torneranno? Non lo so, nella vita tutto può succedere.

 

6.Come e perché sei stato coinvolto nel progetto "Secret Tales"…

Sono stato contattato da Roby, il tastierista di Visioni Gotiche,all'epoca, che cercava ospiti per il suo progetto Sacret Tales . Proprio la mia sete di esperienze musicali nuove e il mio continuo mettermi in discussione come musicista ha fatto sì che accettassi  suonando il basso sui due brani "l'Unicorno Lucente" e "L'Antico Regno".

 

7.Un idea malsana :nuovo gruppo con Enio Nicolini ovviamente al basso,Andrea Cardellino e

  Tuo figlio alle chitarre,l'indispensabile Gianluca Bracciale on drum e il grande Eugenio

  Mucci alla voce….quasi quasi godo al sol pensiero……….

La tua e' una bella idea e piacerebbe anche a me andare a vedere questo gruppo live ! Chissà !

 

8.Tornando al concerto :  La rendering di "The End of the Last Charter" mi ha stravolto….

Ti confesso un "dietro le quinte" abbiamo apprezzato la prontezza di Iader D.Nicolini a riprendere quell'arpeggio che una chitarra capricciosa non ha fatto eseguire a Paolo Ponzi ( grande anche lui ) togliendo noi tutti da quell'imbarazzo.A  parte questo e' una ballata metal che amiamo tantissimo anche noi…(troppo modesto Enio…a mio parere è il miglior brano del vostro repertorio passato….ndr)

 

9.Incredibile l'entusiasmo di tua madre……….salutamela….e concludi come meglio credi

  Questa spero piacevole chiaccherata 

E' sempre un piacere innanzi tutto vederti e poi parlare con te.

L'entusiasmo che mia "madre" come tu la chiami , ha dato e mi da' quando sono on stage non ha prezzo come quella della vita quotidiana e te la saluto molto volentieri.

Per concludere,voglio dire a chi legge questa intervista che la musica ha davvero dei poteri magici ed è un'arte che può accumunare chi la la esegue e chi l'ascolta aldilà di ogni cosa.Per farla vivere e crescire,ognuno di oi a il dovere di supportarla ma più ancora di viverla .