L'Antro di Ulisse Vol. XXII


Intervista con i White Skull

Recensioni: White Skull

"Will of the Strong"


Intervista con i Thomas Hand Chaste

Recensioni: Where The Sun Comes Down

"Welcome"

Recensioni: Pandora

"Ten Years Like in a Magic Dream"

Recensioni: Black Star Riders

"Heavy Fire"

Recensioni: Kreator

"Gods Of Violence"

Recensioni: Danko Jones

“Wild Cat”


Intervista con i Saxon

Recensioni: Paolo Siani ft Nuova Idea

"Faces With No Traces"

Recensioni: Ted Poley

"Beyond The Fade"

 

 

 

 

 

Intervista: Holy Grail

Inconvenienti del fuso orario, quasi mezzanotte quando squilla il telefono; da qualche migliaio di Kilometri di distanza Eli Santana, chitarrista degli Holy Grail ,presenta ai lettori la sua giovane band. Con voce tremolante che tradisce un pizzico d'emozione, ecco cosa ci ha raccontato.

 

testi di

SONO PASSATI CIRCA TRE ANNI DA “CRISIS IN UTOPIA”, AVETE PREFERITO LAVORARE CON CALMA PER IL VOSTRO SECONDO DISCO?
In parte si, per questo secondo cd abbiamo potuto curare maggiormente il songwriting e la registrazione. In realtà il tempo per noi è passato velocemente, abbiamo girato il Nord America più volte con vari tour, quindi gli impegni non sono mancati. Quando si presentava l'occasione ognuno di noi componeva separatamente, poi proponeva il materiale alla band; anche il nuovo chitarrista ha scritto un brano per l'album. Un paio di pezzi, invece, erano già abbozzati ai tempi di “Crisis In Utopia” e li abbiamo ultimati.
In realtà il disco era pronto già da un po' ma abbiamo dovuto negoziare i contratti con label vecchie e nuove, quindi ecco che siamo arrivati a gennaio 2013.

DI COSA PARLANO I TESTI?
I testi sono in gran parte piccole fiction dark, le tematiche sono prevalentemente oscure e riguardano gli aspetti negativi del genere umano; si parla di serial killer, cacciatori di taglie, film horror…L'unico testo con tematiche realmente personali è “Rains Of Sorrow”, che racconta la battaglia di mio nonno contro il cancro.

AVETE MAI SCRITTO UNA CANZONE SUL GRAAL?
A dir la verità no. Sono un grande fan di Indiana Jones e dei Templari, mi piacerebbe che il nostro prossimo disco fosse proprio un concept album incentrato sull'argomento.

TRA L'ALTRO QUA NELLA MIA CITTA', TORINO, SI DICE SIA NASCOSTO IL GRAAL, ANCHE SE PROBABILMENTE ALTRE CITTA' IN EUROPA SOSTENGONO LA STESSA COSA...
Davvero? E' interessante, considerato il nostro nome potremmo nominarci come i veri conoscitori del posto in cui si trova il Graal ahah!

SUL PRIMO DISCO SI SENTIVA L'INFLUENZA DEL METAL CLASSICO, QUESTO NUOVO LAVORO MI SEMBRA PIU' MODERNO E VICINO A BAND COME TRIVIUM, 3 INCHES OF BLOOD, INTO ETERNITY... SEI D'ACCORDO?
Abbastanza. Abbiamo effettivamente cercato di portare qualcosa di nuovo e fresco al nostro sound, che è partito dalla NWOBHM ma che in questi due dischi si è via via allontanato. In questi anni abbiamo girato con diverse band, e quindi, inevitabilmente, ne siamo stati influenzati. Con i 3 Inches Of Blood che hai citato tu, per esempio, siamo stati in tour due volte. Una band che ho conosciuto e che ho seguito parecchio recentemente sono stati i Toxic Holocaust. Inoltre sono un grande fan dei Black Dahlia Murder, e tutto questo abbiamo cercato di farlo confluire all'interno dell'album. Un'altra grande influenza è il death metal dei primi anni Novanta, mi piacciono band come Death e Morbid Angel, e abbiamo cercato di prendere un po' anche da loro, soprattutto per quel che riguarda il groove e l'impatto delle chitarre. Il cantato rimane sempre pulito e melodico. Mi piace capire cosa sta dicendo il cantante mentre canta, quindi abbiamo cercato di fondere questi due elementi, la melodia della voce e l'impatto della musica, speriamo di aver ottenuto un buon risultato.

CON QUESTO DISCO IN EUROPA SARETE PUBBLICATI DALLA NUCLEAR BLAST; COME SIETE ENTRATI IN CONTATTO?
Quando abbiamo realizzato il disco siamo stati contattati da alcune case discografiche, tra le quali loro. Inizialmente ero un po' sorpreso dal fatto che fossero interessati a noi, dato che sono una compagnia davvero importante. Quindi puoi immaginare la mia emozione ora che le cose sono andate a buon fine. Sono molto eccitato per questa scelta. I frutti iniziano a vedersi già ora, dato che siamo molto impegnati con la promozione del disco.

GIRERETE IL VIDEO PER QUALCHE CANZONE?
Sì, gireremo il video per la title track proprio sabato prossimo. C'è un po' di tensione, c'è sempre l'opportunità che qualcosa vada male…di solito quando giri un video la band non può fare molto, se non ripetere le scene più volte ah ah! Preferisco nettamente rimanere in tour per due settimane. Comunque, dato che stiamo crescendo, è giusto essere coinvolti in queste cose.

VOI SIETE DI LOS ANGELES?
Dell'area di Los Angeles. La band fa base a Pasadena, dove sono nati i Van Halen! Alex e Eli sono di Orange County e io sono di San Diego, siamo un buon mix della California.

LA CALIFORNIA NEL NOSTRO IMMAGINARIO E' LA TERRA DEL SUNSET BOULEVARD E DEL THRASH BAY AREA, E' ANCORA COSI' OGGI?
Per quel che riguarda il thrash Bay Area direi che a livello underground c'è una scena ancora abbastanza attiva, con band veramente valide, però appunto è un fenomeno più limitato.
Sul Sunset Strip tutto sommato le cose sono rimaste quelle di un tempo, ci sono un mucchio di band, tutte con l'ambizione del contratto discografico. Forse i locali non sono più così alla moda ma si respira ancora l'atmosfera festaiola del passato. Per esempio, quando venne qui per la prima volta la mia ragazza, che è del Texas, andammo al Rainbow e lei mi disse che le sembrava di stare nel 1987...un po' come se Los Angeles avesse il potere di fermare il tempo.

HAI VISTO IL FILM “ROCK OF AGES”?
No, però mi hanno parlato bene del musical...tu l'hai visto?

IL MUSICAL NO, IL FILM CON TOM CRUISE SI, DIREI CHE E' UN BEL RITRATTO DELL'EPOCA
Allora è una cosa che mi prometto di fare in futuro, anche perchè effettivamente vorrei vedere come   sono riusciti a combinare la storia con le canzoni.

PENSI CHE OGGI CI SIA ANCORA SPAZIO PER LE GIOVANI BAND COME VOI?
Mmmh, ti dirò, quando ho iniziato, come penso tutti, il mio scopo principale era di divertirmi, suonare un po' in giro, impegnarmi al massimo per migliorarmi come musicista. Dopo che abbiamo iniziato ad andare in tour ho visto che in fondo le possibilità per crescere ci sono, il pubblico vuole qualcosa di nuovo. Non so se porteremo il metal alle masse ma cerchiamo di continuare su questa strada, penso che anche di questi tempi si riesca a portare avanti una carriera in campo musicale.

TRA POCO SARETE IN TOUR CON ANTHRAX E EXODUS, SEI PRONTO?
Oooh, si, non vedo l'ora. Pensa che io a dodici anni ero un fan degli Anthrax, chi l'avebbe mai detto che un giorno avrei avuto una band  e sarei andato in tour con loro? Con gli Exodus invece abbiamo già suonato e prima di quel tour le sensazioni erano le stesse. Ora li rivedo volentieri perchè sono degli ottimi ragazzi e mi sono trovato molto bene con loro. Anche lì, chi l'avrebbe mai detto che avrei giocato a basket con Gary Holt?

GARY HOLT QUINDI E' DI NUOVO CON GLI EXODUS, DOPO CHE L'HANNO SCORSO HA SUONATO CON GLI SLAYER
Sì, è di nuovo con la sua band. Gary Holt è un gran chitarrista, pulito e con riff assassini, mi sarebbe piaciuto vedere un concerto degli Slayer con lui alla chitarra.

VOI AVETE GIA' GIRATO ALTRE VOLTE PER GLI U.S.A., QUESTO SARA' IL VOSTRO TOUR PIU' LUNGO?
No, in realtà il nostro tour più lungo fu quello con i Toxic Holocaust, che è durato sei settimane. Questo tour sarà di cinque settimane. Però probabilmente sarà il nostro tour più importante perchè penso suoneremo in locali di capienza maggiore.

COME VI PREPARATE PRIMA DI UN CONCERTO? AVETE QUALCHE RITO PARTICOLARE?
Ah ah, bella domanda. Io e il batterista di solito beviamo un goccio di whisky prima di salire sul palco, prima invece mi dedico a qualche noioso esercizio sulla chitarra per riscaldare le dita. Inoltre io e il bassista facciamo a pugni con venti invisibili ninja, fino a farli sanguinare...è un rito un po' bizzarro ma serve per creare il giusto clima da battaglia; se in quel momento passa qualcuno non capisce cosa stiamo facendo, ma in fondo non crediamo nei ninja invisibili, facciamo solo finta che esistano ahah!

PER CONCLUDERE, AVETE IN PROGRAMMA CONCERTI ANCHE IN EUROPA?
So che si sta negoziando qualcosa, ma al momento non c'è nulla di definitivo. Entro qualche settimana si avranno informazioni più precise, confido nel lavoro della Nuclear Blast per avere l'opportunità di suonare a lungo anche in Europa.