L'Antro di Ulisse Vol. XXII


Intervista con i White Skull

Recensioni: White Skull

"Will of the Strong"


Intervista con i Thomas Hand Chaste

Recensioni: Where The Sun Comes Down

"Welcome"

Recensioni: Pandora

"Ten Years Like in a Magic Dream"

Recensioni: Black Star Riders

"Heavy Fire"

Recensioni: Kreator

"Gods Of Violence"

Recensioni: Danko Jones

“Wild Cat”


Intervista con i Saxon

Recensioni: Paolo Siani ft Nuova Idea

"Faces With No Traces"

Recensioni: Ted Poley

"Beyond The Fade"

 

 

 

 

 

Intervista: Mortuary Drape

Intervista con i Mortuary Drape

 

di 

1.Dunque Walter,mai come ora i Mortuary Drape sono al centro dell'attenzione:andiamo comunque in ordine partendo dalle ristampe di "Tolling 13 Knell", a mio giudizio assolutamente necessaria  e di "Buried  in Time" che al contrario francamente mi lascia abbastanza indifferente. Cosa dobbiamo aspettarci al riguardo……………

- Ciao e grazie delle tue domande , sempre piccanti al punto giusto per stimolare i musicisti.  Allora ci si deve aspettare due ristampe di tutto rispetto curate in maniera maniacale dalla nostra nuova etichetta Peaceville records. Hanno dato massima liberta alla band facendoci fare tutto il necessario per arricchire le due uscite con una nuova grafica , foto inedite, cofanetti di pregio e non meno importanti anche delle canzoni bonus che hanno portato il vinile ad un doppio LP e il CD ad un fantastico O-card di tutto rispetto. Ho curato personalmente la grafica dando alla label il massimo supporto creativo ed il risultato ha fatto molto effetto sui responsabili di Peaceville tanto da interessarli anche a qualcosa di altro che negli anni verrà fuori.

 

2.Dello split 7" con gli Shining cosa mi dici……….

 - Anche in questa occasione non abbiamo fatto altro che rispettare un ruolino di marcia deciso mesi addietro…. Io e Niklas degli Shining siamo in contatto da molto tempo e si parlava di questo Split da tempo , siamo arrivati al 2013 ed è venuto il momento di fare questa cosa. Il brano che abbiamo deciso di utilizzare per questa nuova uscita è stato registrato insieme a quelli del nostro prossimo lavoro, Io mi ritrovo nel doppio ruolo di batterista cantante e gli altri musicisti sono quelli che mi accompagnano dal 2010 e cioè da dopo la mia decisione di ricostruire la band avvenuta qualche mese dopo la disfatta di Buried In Time.

 

3.Da troppo tempo ormai stò aspettando il nuovo album…sono vecchio Walter e non vorrei crepare prima di avere tra le mani il  nuovo parto della tua mente perversa…vuoi parlarmene un poco per favore?

- Come tu sai non mi piace molto parlare dei lavori che devono ancora uscire, tu hai avuto il privilegio di sentire i brani prima di molti altri e dovresti dire tu cosa ti sembra il Drappo del 2013 , mi ricordo la tua faccia e basterebbe una tua foto per dare molte spiegazioni. Come ho detto sopra nella domanda precedente anche in questi brani svolgo il doppio ruolo di batterista cantante, tutta la band ha contribuito alla stesura delle canzoni e posso dire che la vena del Drappo è molto presente in queste nuove composizioni, abbiamo abbandonato il trash death di Buried in Time per dare spazio a quello di cui siamo più capaci… il basso lavora costantemente con ritmiche e parti soliste massacranti e anche le due chitarre hanno una massiccia presenza sia a livello ritmico che solista….. il tuo parere sulla batteria mi è bastato per capire che forse non sono arrugginito e il parere unanime di altre persone che come te hanno sentito i brani dice che il Drappo Mortuario è finalmente tornato… sono convinto che più di così non potevamo fare e quindi ringrazio tutti e spero di concludere presto un deal con una label che dia la giusta importanza a questo nostro ritorno per dare la possibilità di fare sentire a tutti che cosa ho/abbiamo combinato.

 

4.Esaurite le domande di rito….permettimi che mi diverta un poco……..cominciando con lo spender due parole sulla line up che aveva inciso "Tolling 13 Knell",a mio giudizio la migliore Che i Mortuary abbiano mai avuto…..tuttora sento la mancanza di quel pazzo di Daniele, senza contare la più recente dipartita dell'altrettanto fuor di zucca che era Damien….

 - Tutte le line-up che sono passate in questi anni hanno contribuito al futuro della band , potrei dirti che quella di Tolling è una delle migliori ma non mi trovi d'accordo nel dire che può essere considerata la migliore in assoluto. I pazzi ed i fuori di zucca sono sicuramente un bene ma a volte anche un male, in ogni caso posso dire con certezza che abbiamo passato dei bei momenti insieme e lavorare con loro è stato molto interessante su diversi fronti non solo musicali. Tornando a noi la formazione di Tolling era composta da due bassisti che usavano il basso come una chitarra ed è quindi facile durante l'ascolto imbattersi in intrecci particolari che oserei definire molto poco Black …. Il progressive è uno dei lati positivi di questo lavoro che a mio parere era molto avanti rispetto al periodo per cui era uscito inizialmente. Forse adesso è più alla pari con quello che si sente di questi tempi e sicuramente la nuova produzione che abbiamo fatto da merito a quello che sto dicendo.

 

5.Al pari di "Tolling 13 Knell" che ritengo il vostro capolavoro,metto comunque l'altrettanto geniale "All the Witches Dance"….. a quanto la ristampa rimasterizzata in cd ?????

-  Abbiamo già ristampato questo nostro titolo , è successo qualche anno, abbiamo dato la licenza di stampa della versione Cd a varie etichette straniere mentre con l'Etichetta italiana iron Tyrant ci siamo dedicati a varie versioni vinile… dalla colorata fino al picture LP , ne è uscita anche una edizione limitata con il cofanetto in legno e la t.shirt in vendita solo ed esclusivamente presso la band , se qualcuno volesse qualche versione di questo disco può contattare direttamente il nostro staff e richiederlo a questo indirizzo : info@mortuary13drape.com

 

6.Già che ci sei potresti pure regalarci ,solo nel senso figurato del termine,anche le reissues di "Into the Drape" e "Mourn Path" magari con l'aggiunta di preziosissimi inediti e accessibili a tutti…non come le ristampe uscite in sudamerica dei suddetti lavori……..

 -      Anche di questi due titoli sono uscite varie versioni sempre in LP con l'aggiunta di bonus tracks, nella sezione discografia del nostro sito si può avere la visione completa delle varie uscite , anche queste disponibili sempre attraverso la band. www.mortuary13drape.com

 

7.Ci risentiamo ovviamente quando il nuovo lavoro tormenterà per settimane il mio orecchio…non nascondendoti la speranza che non sia come "Buried In Time",che all'epoca avevo comunque assai  apprezzato ,ma sai com'è con l'età…aumenta pure la demenza senile……e la scarsa sopportazione per il metal estremo

-  IL nuovo disco è sicuramente più alla tua portata, abbiamo semplicemente ripreso le redini sul nostro stile compositivo più classico che ci ha permesso di avere un nostro genere ben definito.  Buried in Time è sicuramente l'album che ci ha fatto più girare all'estero , non so se per puro caso e se per merito suo… la cosa più strana è che di quel disco suonevamo solo e sempre due canzoni mentre le altre in scaletta provenivano dai dischi precedenti….. tutti conoscevano i vecchi brani e cantavano insieme a noi tutta la scaletta del concerto quindi forse è stato un puro caso iniziare a girare proprio con quel disco. Non credo sia demenza senile , il fatto è che ci sono canzoni che assimili facilmente e altre che invece non si memorizzano , ecco questo è un segno che deve fare pensare……. Questo è il motivo per cui ci siamo guardati in faccia e dopo un breve ragionamento abbiamo deciso di fare quello che abbiamo fatto e cioè ritornare al nostro e personale genere che sempre ci ha distinto. Il prodotto di questa decisione è il nuovo disco, lascio comunque a tutti voi il piacere di scoprire queste mie parole ascoltandolo non appena ci sarà la possibilità. Ricercate ovunque la vostra indipendenza spirituale. M13D