L'Antro di Ulisse Vol. XXII


Intervista con i White Skull

Recensioni: White Skull

"Will of the Strong"


Intervista con i Thomas Hand Chaste

Recensioni: Where The Sun Comes Down

"Welcome"

Recensioni: Pandora

"Ten Years Like in a Magic Dream"

Recensioni: Black Star Riders

"Heavy Fire"

Recensioni: Kreator

"Gods Of Violence"

Recensioni: Danko Jones

“Wild Cat”


Intervista con i Saxon

Recensioni: Paolo Siani ft Nuova Idea

"Faces With No Traces"

Recensioni: Ted Poley

"Beyond The Fade"

 

 

 

 

 

Intervista: Wolfbane

Il potere della rete è meraviglioso. Ti permette di contattare chiunque in pochi centesimi di secondo. Ovviamente se hai qualcosa da dire la cosa è ancora più gradevole e soddisfacente. Pochi giorni fa ho avuto il piacere di parlare dell'ultimo album dei Wolfsbane ( presente sulle nostre pagine la recensione ) e complice un banale contatto e-mail, sono riuscito a stabilire un contatto per una simpatica intervista. Ho avuto il piacere di chiacchierare con Jase ( la chitarra del combo di Tamworth ) e di svelare alcuni lati ignoti della vita di un "semplice" rocker. Buona lettura.

 

di 

 

 

18 anni sono passati dal vostro ultimo disco, “Wolfsbane” ( nel frattempo ognuno di voi ha intrapreso progetti diversi. Come è nata la decisione di riformare i Wolfsbane?). Cosa è successo nel frattempo? Dove siete stati?

Io ho suonato con molte altre band, dagli Stretch alla band di Ginger dei Wildherts, poi ci sono stati i Godamn Whores e poi non dimentichiamo la costruzione del mio studio di registrazione personale chiamato Majestic Splendour. Sono stato anche un produttore discografico per i The Wildhearts, Blaze Bayley, Eureka Machines, C.J. and The Satellites ed altri. Anche Steve ha suonato in altre band è diventato un istruttore di immersioni e recentemente è diventato un conducente di autobus , più precisamente dell’autobus definitivo : Il Dangerbus! Blaze è diventato il cantante dei Maiden per un po’ ( due dischi che se prodotti e cesellati sulla sua voce…. vabbè lasciamo perdere N.d. Saverio ) per poi imbarcarsi nella carriera solista. Alla fine siamo tornati insieme per divertirci e per fare un nuovo album, visto che a parer nostro c’era qualcosa che era rimasto in sospeso….

 

Considerate “Wolfsbane save the world” come un nuovo inizio oppure lo considerate come un ritorno alle origini? Ma soprattutto…siete soddisfatti?

Amiamo il nuovo disco! Abbiamo fatto esattamente il disco che volevamo fare. E soprattutto lo consideriamo come una continuazione dei vecchi Wolfsbane. Siamo fieri del nostro e siamo fieri di quello che abbiamo ottenuto.

 

Una delle mie canzoni preferite del disco è “Illusion of love”. Cosa significa per voi questa canzone ? Ci vuoi raccontare la sua storia?

Abbiamo voluto scrivere una canzone che fosse una reale stravaganza musicale, con un pizzico di “Bat out of hell” ( Meat Loaf N.d. Saverio ). Blaze ha avuto l’idea iniziale, me l’ha fatta conoscere ed io sono riuscito a creare la canzone da lì. Successivamente abbiamo aggiunto le altre parti insieme e la canzone non finiva di crescere. Considera che stavamo ancora pensando al suo arrangiamento poco prima del mixaggio! La canzone è la storia di un uomo e del suo amore rifiutato, perdendo la capacità di provare amore…..e non è autobiografica. Ci siamo davvero divertiti nello sperimentare in questa canzone, conducendola in tantissimi “luoghi”. E’ stato davvero un divertentissimo viaggio sulle montagne russe!

 

Com’è una giornata-tipo di un membro dei Wolfsbane?

Quando andiamo in tour, è una festa continua, ovviamente. Ci piace suonare, e ci divertiamo come pazzi mentre lo facciamo. Facciamo tantissime cose, è difficile dire cosa facciamo abitualmente. Per quanto mi riguarda io lavoro parecchio nel mio studio, Blaze è spesso in tour ( anche al momento ) Steve guida il suo “Dangerbus” e Jeff da bravo supereroe cerca di salvare vite in ogni angolo del mondo. Ma con noi il suo piccolo segreto è al sicuro…….OOOOPS!

 

La scena Heavy Metal, così come quella rock e hard rock, continua a cambiare generando nuovi artisti. Ci sono delle band che al momento vi piacciono?

Al momento sto lavorando con gli Eureka Machines e sono davvero una grande band. Poi ci sono i Cake Salad, ed anche loro sono una band valida.

 

State già lavorando su qualcosa di nuovo? Cosa c’è all’orizzonte?

Sì! Stiamo lavorando e scrivendo nuove canzoni. Stiamo cercando di costruire un nuovo dei Wolfsbane, ovviamente divertendoci!

 

Quali sono i progetti per questo 2012?

Speriamo in qualche festival estivo e forse qualche concerto in alcune posti dove ancora non abbiamo suonato. Inoltre stiamo attualmente pianificando un tour inglese. Prevediamo di tornare on the road in ottobre.